CNSU

Elezione Rappresentante Dottorandi: il Programma dell'ADI per il CNSU

programma-adi-cnsu-2019

Alle elezioni del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) del 14 e 15 maggio l’ADI sostiene la candidatura a Rappresentante nazionale dei dottorandi di Giuseppe Naglieri, dottorando presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e presso la Universidad de Málaga. Leggi il programma dell'ADI.

Rappresentante nazionale Dottorandi in CNSU: Firma e partecipa anche tu!

cnsu-elezioni-2019

Il 14 ed il 15 di maggio i dottorandi saranno chiamati a rinnovare le loro rappresentanze nel CNSU. invitiamo chiunque voglia sostenere la proposta di una candidatura ADI per il CNSU a contattare la sede locale della nostra associazione e a costruire assieme a noi il percorso che ci porterà a queste elezioni, partecipando alla raccolta firme ma soprattutto portando le proprie idee in questa campagna.

CNSU: approvate due mozioni ADI per l'aumento della borsa, l'abolizione delle tasse e il superamento del dottorato senza borsa

CNSU: approvate due mozioni ADI per l'aumento della borsa, l'abolizione delle tasse e il superamento del dottorato senza borsa

Nel corso della seduta del CNSU del 22 e 23 novembre 2018 sono state approvate all'unanimità due mozioni presentate dall'ADI e relative al dottorato di ricerca.

Ripartizione FFO 2018: CNSU, risorse insufficienti per il normale funzionamento dell'Università italiana

Ripartizione FFO 2018: risorse insufficienti per il normale funzionamento dell'Università italiana

Nel corso della sua 15° adunanza, tenutasi lo scorso 27 luglio, il CNSU ha approvato il proprio parere sullo schema di decreto relativo ai criteri di riparto del Fondo di Finanziamento Ordinario delle Università per il 2018. Il parere, approvato all'unanimità, recepisce le osservazioni di ADI in merito e critica fortemente l'impianto del decreto. In un contesto in cui la quota premiale aumenta di peso rispetto alla quota base, e quest'ultima è ampiamente insufficiente a garantire il normale funzionamento degli atenei, la ripartizione assume una logica punitiva e non incentivante.

Pagine